In Alto Adige la stagione podistica 2021 è iniziata ufficialmente oggi con i 300 partecipanti che, rispettando rigide disposizioni di sicurezza, hanno preso parte alla grande classica primaverile della Half Marathon Merano-Lagundo.
Sul percorso lungo 21,097 chilometri si sono affermati Michael Hofer di Nova Ponente e Arianna Lutteri, trentina di nascita. Per entrambi si è trattato del primo trionfo nella città sul Passirio. Alla partenza a Merano, in una giornata con condizioni ottimali per correre, erano presenti pochissimi partecipanti stranieri, così come è stato limitatissimo anche il numero di podiste e podisti provenienti dalle regioni italiane confinanti.
In compenso tutti gli assi altoatesini sono stati della partita, come per esempio Hannes Rungger, Markus Ploner, Hannes Perkmann, Daniel Pattis, Peter Lanziner e Michael Hofer.
Dopo il via nei pressi del Kurhaus, sono stati questi atleti di punta a dettare il ritmo della Half Marathon Merano-Lagundo. Dopo 9 chilometri Perkmann si era portato in testa davanti a Ploner e Hofer.
Quando dopo 17,5 chilometri gli atleti hanno iniziato a salire verso Lagundo per la seconda volta, Michael Hofer ha sferrato l’attacco decisivo. Nel successivo tratto pianeggiante il venticinquenne di Nova Ponente ha aumentato il vantaggio e si è affermato in 1h07’28”, stabilendo il suo nuovo record personale. Il suo tempo è stato il migliore degli ultimi dieci anni a Merano. Il sarentinese Hannes Perkmann, alla sua prima mezza maratona, si è classificato secondo con 32 secondi di ritardo. Ploner, che aveva vinto nel 2018, ha concluso la gara in terza posizione. Il vipitenese per nascita e bolzanino d’adozione ha corso in 1h08’12”.

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 09:21
Autore: Redazione Tuttorunning
Vedi letture
Print