Franco Collé, vincitore per 4 volte del Tor des Géants, ci spiega come gestire l’alimentazione in una gara di ultra trail. Il trail running è una disciplina affascinante, ma quando si tratta di ultra trail, ciò che fa la differenza è l’alimentazione. In questa puntata esploreremo il mondo del trail running con Franco Collé, un campione che ha vinto il Tor des Géants (ultratrail di 330 km e 30.000 m di dislivello attraverso l’intera Valle d’Aosta) per la quarta volta. Scopriremo i segreti dell’ultratrail e come gestire l’alimentazione per affrontare distanze epiche.

Alimentazione per l’ultra trail

Con nove Tor des Géants all’attivo, Franco Collé ha affinato nel tempo la sua strategia alimentare. Gare così lunghe sfuggono ai modelli statistici tradizionali, richiedendo esperienza e trucchi del mestiere. La gestione del sonno e dell’alimentazione sono parte integrante della preparazione.
Nel trail running, l’integrazione di carboidrati è fondamentale. Franco raccomanda la dose di 60 g all’ora (tramite gel, barrette, borracce con Isocarb C2:1 Pro); ma ciò che davvero fa la differenza nelle gare di ultra trail è la continua distribuzione dei principi nutritivi durante il giorno e la notte. In sostanza: non bisogna mai dimenticare di mangiare e, ogni 7-8 ore, dobbiamo fermarci per consumare un pasto completo, ben bilanciato tra carboidrati e proteine.

La strategia di Franco Collé è di variare il più possibile i prodotti per evitare la monotonia e garantire un’adeguata integrazione durante la gara. Preferisce mangiare in salita, perché la discesa provoca diversi sobbalzi intestinali che possono causare problemi gastrici.

Una delle chiavi per affrontare le lunghe distanze è frazionare l’alimentazione, ingerendo piccole quantità di cibo in modo continuo. Questo approccio evita di dover consumare grandi quantità di cibo in una sola volta, riducendo il rischio di disturbi digestivi.

Consigli pratici per i runner

Franco Collé offre alcuni preziosi consigli per chi vuole intraprendere il trail running o affrontare maratone e ultra trail:

Progressività: iniziare con distanze brevi e progredire gradualmente verso le gare più lunghe. Evitare di affrontare subito ultra maratone senza aver maturato esperienza.

Test: testare tutto in allenamento, dalle strategie alimentari alle attrezzature.

Sezione: Editoriale / Data: Lun 04 dicembre 2023 alle 06:55 / Fonte: Elena Casiraghi - Enduchannel
Autore: Redazione Tuttorunning
vedi letture
Print