Era scontato che l'ok della Prefettura di Perugia per far disputare domenica 11 aprile la Strasimeno con oltre un migliaio di partecipanti potesse alimentare tante polemiche. Ma davvero così tante? E chi se lo aspettava! Questi alcuni commenti raccolti sui social a corredo dei nostri articoli. C'è chi dice che "correre domenica, mentre tutto intorno è fermo, vedi lo sport giovanile, è una presa per il cu... A Passignano gli impianti sportivi sono chiusi da un anno, come i parchi e le palestre". Oppure... "tutto il resto fermo e allora diamo un perchè al calcio fermo da due stagioni? Vergognatevi di prendere per i fondelli tutte le società umbre". Od ancora "E' praticamente un'offesa a chi sta lottando per andare avanti da 12 mesi senza entrate perchè ci tengono chiusi. E' uno scandalo!". E chi aggiunge "Encomiabile da un lato (bisogna pur ripartire in qualche modo), ma inquietante dall'altro (non lasciate indietro le altre attività, economiche e sportive, fate ripartire con le dovute cautele tutto assieme: sennò la cosa sa di 'figli e figliastri') ed inoltre "è una decisione vergognosa se prendiamo in considerazione tutti gli sport che non si possono praticare e se la paragoniamo alle scuole chiuse e alle attività bloccate invece fa proprio schifo! Mi auguro che cambino idea". La si disputerà con partenza da Castiglione del Lago, quest'anno su tre percorsi (58 km con arrivo a Castiglione del Lago, 42,195 km a Sant'Arcangelo e 21,097 km a Passignano) e non sui tradizionali cinque, escludendo gli arrivi della 10 km a Borghetto e della 34 a San Feliciano.

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 08 aprile 2021 alle 21:06 / Fonte: Antonello Menconi
Autore: Redazione Tuttorunning
Vedi letture
Print