Molti di noi intendono passare le proprie vacanze in collina o in montagna.

Un cambio di ritmo può essere rigenerante e le ricerche dicono che stare nella natura può avere un effetto positivo sulla nostra salute mentale.

 L'escursionismo è perfetto per il cross-training o per l'esercizio quotidiano; ecco alcuni modi in cui andare in montagna o collina migliorerà la vostra corsa.

Un'escursione facile o moderata mantiene bassa la frequenza cardiaca.

Quando si affronta una salita ripida o si fa un'escursione veloce, si ottiene sicuramente l'equivalente di un allenamento di corsa in pianura, anche se la sensazione è molto diversa. Se fate un'escursione in un giorno facile o di recupero, assicuratevi di mantenere la salita o il terreno a un livello facile per evitare il sovrallenamento. Se siete in viaggio con la famiglia e non riuscite a fare una corsa intensa, ma potete tranquillamente uscire con i vostri amici per una camminata veloce, non preoccupatevi: vi state allenando alla grande e potreste ridurre le possibilità di infortunio cambiando la vostra routine. L'escursionismo, pur offrendo benefici aerobici simili a quelli della corsa, evita i movimenti ripetitivi della corsa, dando al vostro corpo una pausa. Vi sentirete indolenziti in posti sempre nuovi, e questo è un bene.

Incorporerete l'allenamento in collina (e vi divertirete!)
Durante le salite, non dovrete pensare ad attivare i glutei: saranno sicuramente impegnati. La discesa durante l'escursione farà lavorare i quadricipiti, che spesso trascuriamo negli allenamenti di corsa, ma che sono essenziali se si incontra un percorso di gara con una discesa netta. Chiunque abbia corso una gara con molte colline lo ribadirà: è la discesa, non la salita, che fa male. L'escursionismo è un modo brillante per ottenere i benefici della salita e della discesa, e sarete così impegnati a godervi il panorama e a immergervi nell'ambiente circostante che quasi non noterete lo sforzo.

La forza delle gambe, la stabilità del core e i muscoli stabilizzatori vengono allenati
L'escursionismo è un'attività sottovalutata per i corridori; molti di noi lo considerano troppo tranquillo. In realtà, può essere il complemento perfetto per quasi tutti i regimi di allenamento, perché consente di aumentare il chilometraggio senza stress ripetitivo per il corpo. Anche se sappiamo che la corsa fa bene alle articolazioni, ripetere sempre la stessa azione d'impatto può causare lesioni da stress se la nostra tolleranza strutturale non è elevata. L'escursionismo è più delicato per il nostro corpo e sollecita muscoli diversi rispetto alla corsa.

I muscoli del core entrano in azione quando passiamo da un piede all'altro; muoversi più lentamente impegna sistemi diversi e più variegati rispetto a una sessione di intervalli. Il terreno irregolare della maggior parte dei sentieri rafforza i muscoli stabilizzatori delle caviglie e dei piedi, il che si riflette perfettamente sulla corsa veloce successiva e potrebbe prevenire una caviglia slogata.

Se vi state recando all'aria aperta per fare un'escursione, ricordate di informare gli altri su dove state andando e su quanto tempo pensate di stare via.

Sezione: Editoriale / Data: Dom 11 settembre 2022 alle 08:33
Autore: Redazione Tuttorunning
vedi letture
Print