Correre è un aspetto naturale per l’essere umano. Per millenni l’unica possibilità di movimento per la nostra specie è stata solamente per merito e mezzo delle nostre gambe e dei nostri piedi.

Siamo nati e predisposti per poterlo fare, ma l’avanzamento tecnologico costante, la frenesia della quotidianità, gli impegni sempre maggiori, hanno obbligato i nostri spostamenti tramite mezzi di trasporto a ruote. Per cominciare a ritrovare quel movimento naturale che, a poco a poco, abbiamo dimenticato, è utile e necessario seguire qualche passaggio.

Sono sempre di più i nuovi Runner, soprattutto in questo periodo, probabilmente per la necessità di ricercare quella libertà che ultimamente è venuta a mancare. Spesso presi dalle emozioni che ci regala questo sport, molti neofiti tralasciano aspetti importanti. Per evitare uno stop forzato a causa di un infortunio è giusto iniziare in modo graduale e avere determinati accorgimenti.

Come iniziare a correre – Eleonora Corradini

ALTERNARE CORSA E CAMMINATA

Per abituare il nostro corpo e le sue articolazioni alla corsa è altamente consigliato iniziare le prime attività motorie alternando qualche minuto di camminata a qualche altro di corsetta leggera. Poi, con il passare del tempo e degli allenamenti, la corsa prenderà sempre più spazio e posto al tempo di camminata, e potrete godervi pienamente la vostra corsa continua.

IL RECUPERO

Passare dalla totale inattività ad allenamenti costanti e giornalieri non è consigliato. Anche sotto questo aspetto è bene procedere gradualmente e dare modo al proprio fisico di abituarsi alla nuova routine, quindi niente fretta, ma tanto e giusto riposo, soprattutto all’inizio.

LE SCARPE

Esistono in commercio tante marce e tanti modelli di scarpe da running. Avendo ognuno di noi la sua postura e il suo modo di correre, il consiglio primario è quello di farsi consigliare da un rivenditore specializzato.  Dopo qualche prova su un tapis roulant messo a disposizione dal rivenditore stesso, troverete sicuramente le scarpe che fanno per voi.

CORRERE A STOMACO PIENO O STOMACO VUOTO?

Il consiglio primario è quello di non praticare attività fisica nell’immediato post-colazione/pranzo/cena che sia. Va benissimo mangiare prima di correre, ma meglio farlo con il giusto tempo e il giusto anticipo, di modo che la digestione non vada ad interferire con la corsa. Una volta presa confidenza con i propri allenamenti, si può anche iniziare a correre (non sempre, ma qualche volta!) a stomaco vuoto, senza però esagerare con le distanze, perché ovviamente più si corre più si ha bisogno di ingerire cibo e liquidi.

UN PASSO ALLA VOLTA

Un metro alla volta, un passo alla volta, un allenamento alla volta, con la costante volontà di correre, farà in modo di aumentare la serenità nella vostra vita e l’autostima in voi stessi.

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 06 giugno 2021 alle 12:10 / Fonte: Eleonora Corradini - Endu
Autore: Redazione Tuttorunning
Vedi letture
Print