Manca ancora un mese, ma si può considerare già tutto pronto per la Pisa Half Marathon, che il prossimo 11 ottobre vivrà la sua 14^ edizione. Un’edizione speciale e non potrebbe essere altrimenti, visto che la classica toscana, anche nei momenti di maggiore incertezza durante il periodo più acuto della pandemia, non ha mai smesso di credere nella possibilità di andare in scena, mostrando una sicurezza che ha dato grande speranza a tutto il movimento, non solamente regionale, stando alle richieste d’iscrizione finora arrivate. La gara, facente parte del Calendario Nazionale Fidal, sarà chiamata ad attribuire i titoli regionali sulla classica distanza dei 21,097 km. Agonismo a parte, la Pisa H.M. manterrà la sua caratteristica principale: la solidarietà. L'intero ricavato andrà in beneficenza all'associazione Per Donare La Vita ONLUS che sostiene le famiglie dei pazienti sottoposti a trapianto e promuove la donazione di organi e tessuti.
Molti, quando l’attività di corsa è lentamente iniziata attraverso iniziative virtuali, hanno chiesto agli organizzatori se anche la Pisa H.M. avrebbe optato per quest’eventualità: la risposta è sì, ma in aggiunta alla gara vera e propria: chi per qualsiasi motivo non potesse essere a Pisa l’11 ottobre potrà optare per la prova Virtual. In tal modo potranno ricevere direttamente a casa il pacco gara e la medaglia di partecipazione se avranno effettuato l’iscrizione Pro.
A tal proposito, due sono le opzioni di adesione a disposizione degli appassionati: quella Basic, che non prevede il pacco gara e i gadget degli sponsor, aperta fino a 400 iscritti, e quella Pro con 1.100 pettorali a disposizione. Il costo varia in base al numero di iscrizione e quindi alla data in cui si procede, conviene affrettarsi. D’altronde la scelta di legare il costo al numero di pettorali disponibili ha consentito un importante risparmio a vantaggio degli utenti. Le iscrizioni si chiuderanno improrogabilmente alle 24:00 dell’8 ottobre, non sarà possibile procedere sul posto proprio in base alle normative sanitarie.
Chi non si sentisse ancora nelle gambe ancora i 21,097 km, potrà sempre optare per la Pisa Ten, alla sua seconda edizione, gara di 10 km affiliata al Csi, sia competitiva che non, con identica partenza e arrivo rispetto alla mezza. I costi d’iscrizione, con 500 pettorali disponibili, sono molto contenuti, 15 euro per la competitiva e 12 per la non agonistica, con ulteriore riduzione per studenti e forze dell’ordine.
La partenza della prova, in osservanza alle disposizioni del momento, verrà data alle ore 9:00 da Via Contessa Matilde, in corrispondenza dell’ingresso principale dell’Istituto Tecnico Leonardo Da Vinci con i concorrenti divisi in gruppi da 500 che inizieranno la loro prova ogni mezz’ora, mentre l’arrivo sarà nell’incommensurabile scenario di Piazza dei Miracoli, all’altezza del Museo delle Sinopie. Un arrivo che, come sempre, lascerà senza fiato, ultimo pregio di un percorso disegnato per le vie di Pisa che rappresenta, oltre a un tracciato tecnicamente molto significativo e che negli anni ha dimostrato di essere piatto, scorrevole e ideale per andare a caccia del proprio primato personale, un viaggio all’interno delle grandi bellezze della città toscana. Qualcosa da non perdere per chi non c’è mai stato, da ripetere per chi sa già che cosa si troverà davanti.
Per informazioni: Ass.Per Donare la Vita Onlus e ASD Leaning Tower Runners, www.mezzamaratonapisa.it, mail info@pisahalfmarathon.com

Sezione: News / Data: Dom 27 settembre 2020 alle 23:26
Autore: Redazione Tuttorunning
Vedi letture
Print