Quando i muscoli si muovono, producono acido lattico. Durante una corsa non impegnativa, i livelli di lattato rimangono stabili, ma durante gli allenamenti ad alta intensità è comune raggiungere o superare la soglia del lattato. Ciò significa che l'acido lattico si accumula nei muscoli più velocemente di quanto possa essere eliminato.

L'accumulo di acido lattico può causare stanchezza e dolore, rallentando l'attività fisica. Ma ci sono modi per alzare la soglia lattica e ritardare il dolore, il che può aiutarvi a correre più velocemente.

Ecco un semplice allenamento di sprint per aumentare la tolleranza lattica.

L'allenamento
Due serie di cinque ripetizioni di 30 secondi di sprint e 30 secondi di riposo, con cinque minuti di riposo tra le serie. Se siete su una pista di atletica, due serie di 5x200m con 30 secondi di riposo (cinque minuti di riposo tra le serie).

Prima dell'allenamento, fate una corsetta di riscaldamento leggera e poco faticosa di 5-10 minuti per far aumenare la circolazione.

Ogni ripetizione deve essere eseguita a una velocità di sprint che si può tenere agevolmente per 30 secondi. Come riferimento potete usare il vostro ritmo sul  sugli 800 metri. Utilizzate i 30 secondi tra le ripetizioni per riprendere fiato e prepararvi all'intervallo successivo.

La prima serie dovrebbe iniziare a essere dura dopo due o tre ripetizioni, ma si dovrebbe iniziare a sentire l'accumulo di lattico nelle gambe dopo la seconda o terza ripetizione della seconda serie. Il breve periodo di riposo dopo il lavoro ad alta intensità migliora la tolleranza lattica nel tempo.

Gli allenamenti ad alta intensità come questo sono un ottimo modo per migliorare la velocità massima di sprint, ma per evitare infortuni non dovrebbero essere eseguiti più di una o due volte alla settimana. 

Sezione: Editoriale / Data: Ven 08 luglio 2022 alle 06:59
Autore: Redazione Tuttorunning
vedi letture
Print